Carboni

Fitoiatria: Funghi: Carboni

Sono infezioni prodotte da diversi generi di funghi (Entyloma, Sphacé lotheca, Tuburcinia, Urocystis, Ustilago) che si manifestano con la comparsa sugli organi fiorali (ovario, antere, vessilli ecc.) e sulle foglie di Vé scicole brunastre che, lacerandosi a maturità, lasciano uscire un ammasso polverulento bruno-nerastro costituito dalle clamidospore dei patogeni esse ricoprono, di conseguenza, i tessuti infetti.

Tra i più comuni carboni delle piante ornamentali ricordiamo quell delle antere delle cariofillacee (soprattutto garofano) e delle ranuncolace (anemone e ranuncolo).
Gli ospiti colpiti presentano un generale stato di deperimento cui può seguire un completo disseccamento della pianta.
DIFESA

Si consigliano interventi di tipo agronomico-meccanico e chimico.

Tra i primi ricordiamo: distruzione e allontanamento dei soggetti maggiormente compromessi con disinfezione del terreno di coltivazione.

Trattamenti chimici devono essere effettuati preventivamente con concia dei bulbi e dei semi e, ai primi sintomi dell’infezione, con fungicidi.