Maculature fogliari

Fitoiatria: Funghi: Maculature fogliari

Sono alterazioni prodotte da numerosi miceti appartenenti principalmente ai generi: Alternaria, Ascochyta, Colletotrichum, Cercospora, Gloeosporium, Guignardia, Elsinoe, Marssonina, Phyllosticta, Septoria, Ramularia.

Foglie di Leccio con necrosi prodotte da Elsinoe Quercus-ilicis.

FOGLIE DI LECCIO CON NECROSI PRODOTTE DA ELSINOE QUERCUS-ILICIS.

Su foglie, fiori e steli di numerosissime piante ornamentali, erbacee ed arboree, compaiono macchie di varia forma (rotondeggianti, allungate, irregolari ecc.) e colore (giallastre, brunastre, grigiastre, nerastre) senza sviluppo di muffa all`esterno. Tali macchie presentano spesso zonature concentriche con aloni più chiari o scuri e nella loro parte centrale si nota la presenza di corpiccioli rotondeggianti nerastri, visibili ad occhio nudo, costituiti dalle fruttificazioni (picnidi, acervuli ecc.) dei patogeni.

I tessuti colpiti disseccano e, talora, si lacerano con evidente danno di natura estetica alle piante. Spesso le lamine fogli ari ingialliscono, disseccano e cadono prematuramente con conseguente deperimento del soggetto infetto.

Fra le piante da fiore vengono colpite principalmente: ciclamino, crisantemo, garofano, gladiolo, oleandro, ortensia, peonia, zinnia; mentre tra le arboree: acero, ippocastano, leccio, magnolia, platano, pioppo, tiglio.

DIFESA

La lotta contro queste infezioni deve essere tempestiva in quanto, come si è detto, le piante ornamentali, soprattutto se si tratta di specie erbacee, vengono danneggiate in modo grave e perdono di valore commerciale.

Si consigliano in generale trattamenti con i seguenti principi attivi:
– Ditiocarbammati: mancozeb (garofano, pioppo, rosa), maneb (garofano, pioppo), metiram (garofano, pioppo), zineb (garofano, pioppo, rosa), ziram e tiram;
– Isoftalonitrili: clortalonil;
– Immidicicliche: procimidone;
– Idantoine: iprodione;
– Imidazoli: procloraz (garofano, rosa);
– Sali di rame: ossicloruro rameico, poltiglia bordolese;

Ippocastano con maculature prodotte da Guignardia aesculi

IPPOCASTANO CON MACULATURE PRODOTTE DA GUIGNARDIA AESCULI