Insetti: aspetti generali

Fitoiatria: Insetti: Aspetti generali

Gli Insetti o Entomi rappresentano una classe del regno animale appartenente al Phylum degli Artropodi. Sono organismi presenti sulla Terra da circa 400 milioni di anni e, grazie all’ampia eterogeneità morfo-fisiologica e la notevole capacità riproduttiva, sono riusciti a colonizzare tutti gli ecosistemi terrestri e di acqua dolce (in cui sia presente sostanza organica).

MORFOLOGIA:

Gli Insetti hanno un corpo generalmente suddiviso in tre regioni morfologiche distinte: capo torace e addome. A queste tre regioni sono associate specifiche appendici, quali le antenne, le zampe e le ali. Inoltre, il corpo è racchiuso interamente in un esoscheletro (o tegumento) rigido che presenta dei tratti di discontinuità. Di conseguenza, sia il corpo che le appendici risultano segmentate in unità dette somiti (se ci si riferisce al corpo) oppure articoli (se ci si riferisce alle appendici). Il colore del tegumento, così come la forma, le dimensioni e l’aspetto generale del corpo possono variare sensibilmente in funzione della specie, del genere e, più frequentemente, della famiglia considerata.

Per informazioni specifiche consulta: https://it.wikipedia.org/wiki/Insecta#Morfologia

CLASSIFICAZIONE SU BASE ECONOMICO-ECOLOGICA:

Gli Insetti di interesse agrario, ornamentale e forestale si suddividono in tre gruppi principali:

  • fitofagi e fitomizi: sono insetti economicamente dannosi poiché si nutrono a spese degli organismi vegetali vivi, comportandosi essenzialmente da erbivori;
  • pronubi: sono insetti che trasportano il polline delle piante da un fiore all’altro, permettendo così l’impollinazione (entomofila) e la successiva formazione di semi e frutti. Gli insetti pronubi sono essenziali per la produttività agricola, in quanto incrementano il raccolto e migliorano la qualità del prodotto. In Europa si stima che il loro valore si aggiri intorno ai 22 miliardi di euro all’anno;
  • entomofagi: sono insetti predatori o parassitoidi impiegati per combattere naturalmente i fitofagi e i fitomizi, senza dover ricorrere ad altri mezzi di lotta.

Risultano dannosi per il settore agricolo e vivaistico anche gli Acari e gli Insetti che attaccano derrate alimentari e merci di vario tipo. Infine, esistono Insetti zoofagi (ma non entomofagi) che si nutrono a spese di organismi animali compreso l’uomo ed Insetti completamente innocui sia per le piante che per gli animali.

Per una maggiore chiarezza espositiva e per una più facile comprensione delle alterazioni prodotte sui vegetali e dei mezzi di lotta applicabili nei vari casi, si propongono i seguenti raggruppamenti di Insetti che comprendono molte specie, appartenenti a generi, famiglie ed ordini diversi.